Il gusto della vista

Mettiamo i sensi in ordine. Quando il legno si innesta nel tufo e le luci si appoggiano delicatamente sulle superfici, sei a Casa del Nonno. La bottaia di un tempo è oggi un suggestivo percorso curato affinché appaia come tramandato, intatto, da un tempo passato. La severità classica della sala di un ristorante stellato è smorzata dal calore delle luci e dei materiali che collaborano ad accentuare la familiarità degli ambienti. Non può essere cucina, se non è conviviale…

La cucina si conosce, non si inventa

Per capire chef Alberto Annarumma bisogna pensare a chi è nato in costiera, ha girato il mondo e poi è tornato a casa (Casa del Nonno, naturalmente). Ha conosciuto la cucina giapponese, quella francese, è cresciuto con quella italiana e, dunque, la sua filosofia culinaria è il risultato di un lavoro di sottrazione, oltre che di esplorazione profonda delle materie prime. Secondo Annarumma la cucina non si inventa, si conosce. Anzi la conoscenza stessa è l’unica forma di invenzione che resta a uno chef. Nei suoi piatti l’uso del limone è un riflesso condizionato.

Richiesta di Prenotazione

È possibile riservare  un tavolo a Casa del Nonno scrivendoci tutti i dettagli negli spazi qui sotto.

Orari ristorante:

dal Lunedì al Venerdì 19.30-22.30
Sabato 12.30-14.30 19.30-22.30
Domenica 12.30-14.30
Chiusura Martedì- Domenica sera